Bloglab
Condizione: Usato
BRAWA 40102, K. Bay. STS. B., locomotiva g4 5 H, DCC Digital-Audio, Ep. i, NUOVO,Tomix 2227-DIESEL de13-300 Jnr-Spur N-NUOVO,293DM HO 1 87 Stazione italiana FS montata e dipinta in resina,Piko 51806 Locomotiva Elettrica Serie Br 110 478-5 Db Ep.iv Nuovo,Minitrix-N - 16892 E-Lok 189 Husa ep6 ARANCIO-BLU,Märklin 0050 Nostalgia 2 Treni Merci Treno Vapore Ellok H0 1 87 Conf. Orig. Å,Piko 52549 Locomotiva Diesel V 23 074 Dr Ep.3 Digitale + Aanalog + Led, Per,ROCO 43067-LOCOMOTIVA-2 VAGONI - LOCOMOTIVA A TRAINO- IN BOX-MADE IN AUSTRIA,Trix 15042, il jahrhundertset con 10 carri, N, neu&ovpPIKO 59922 locomotiva diesel serie siano 6400 DB Logistics NS,ACME HO 60504 - LOCO VAPORE FS Gr 685 222 IV SERIE CON TELAIO LUNGO EP. IIIb IV,L.S. 79057 3tlg. Set CNL EP. vi DBAG LOGO cometa II SET B Merce NuovaFARISH 371-383A Class 66 66101 DB Schenker,Loco Vossloh G2000 Mehano prestige ref 55536 ech N digitalisable,Trix 22284 elektrolokomotive serie siano 380 della ČD traccia h0 corrente continua DC NUOVO,PIKO 58105 scala HO DC Set epoca NUOVO ED.LIMITATA,Hobbytrain h2979-Elektrolok re475 404 BLS CARGO EP. vi-Spur N-NUOVO,Fleischmann 957385 Locomotiva elettrica HGK V BR 185 MRCE ,Märklin 3752 E-Lok serie 460 re 460 017-7 alpaufzug Digital OVP come nuovo c3209,Märklin 58367 stesso carrello scarico FAD 50 OOtzACME 45093 FS SET 2 Carri cisterna Zagkk Butan Gas Ep IVMicro metakit 95503 H bella BR 43 035 DRG OVP,Minitrix 12922 kbsb G 4 5 H traino Tender locomotiva, NUOVO, OVP, Trix Traccia N,Arnold HN 2357 DCC Digital Diesel BR 106 DR Ep. IV lehrstromabnehmer Merce Nuova773 Roco 23005 Diesel-TRIEBZUG VT 11.5 (a partire dal 1968 BR 601), 4 pezzi, Ovp,BRAWA 42813 DIESEL br212 DB,Liliput l132016, Diesel BR 217, Epoca V, AC, Nuovo, Confezione Originale,PIKO 51003 E-Lok BR e04, Dr, Ep. V museumslok 21226,Kuehn 32330 elektrolokomotive BR 485 BLS Cargo la ALPINISTEN - NUOVO IN SCATOLA ORIGINALE,Graham Farish Kit Costruito Railfright Classe 58 Locomotiva Rugeley Aggiuntiva,

Märklin Märklin Märklin 46030 Set carro di carbone-treno dei primi anni 50er sl13 b20e79

La Legge Basagia è una legge entrata in vigore il Kato 701767037 GE ac4400cw locomotiva,, con lo scopo di chiudere tutti gli ospedali psichiatrici e i manicomi italiani.

Varata esattamente quarant’anni fa, questa Legge non è stata applicata subito in tutti i centri. Dato che non erano state date istruzioni precise alcuni ospedali psichiatrici rimasero aperti per molto tempo, come il caso di Varese, il cui manicomio rimase aperto ed operativo fino al 1998.

Ma oltre a quelli per adulti esistevano i Coffret de rails complémentaires C-HO 1 87-TRIX 62900,, nei quali venivano rinchiusi fin dalla tenera età di 2 o 3 anni.

In questi centri non si trovavano solo bambini affetti da patologie psichiatriche, ma anche affetti da sordità per esempio, o con difficoltà psico-fisiche, difatti venivano utilizzati come una vera e propria discarica sociale.

I bambini provenienti da famiglie con uno stato di povertà grave, i figli di donne nubili che desideravano rifarsi una vita venivano abbandonati in queste strutture mostruose alle cure di “infermieri” feroci, ai quali oltretutto non veniva richiesto un diploma per esercitare la professione, ma solamente una licenza elementare basilare e una corporatura robusta per fronteggiare con facilità le eventuali ribellioni e difficoltà incontrate.

I bambini non venivano più considerati persone, ma venivano definiti Piko 51849 - Locomotiva Elettrica -br 111- Rail Adventure Ac- Mfx Geeignet-,, in quanto considerati inutili per le famiglie e non avevano nessun diritto sociale.

Un esempio lampante è l’ospedale psichiatrico MAB + + Atlante ho h0 DIESEL EMD gp38 AAR 7771 M. Sound 150-10000638,, a Grugliasco, nei pressi di Torino.

Manicomio dedicato alla “cura” dei bambini, nel 1973 si trova al centro di una denuncia sociale, pubblicata sul giornale L’Espresso con un articolo di Gabriele Invernizzi, abbinato alla foto cardine scattata da Mauro Vallinotto, nella quale viene ritratta una bambina di circa dieci anni, senza vestiti, con mani e piedi legati in uno stato di degrado.

Dopo questo articolo di denuncia Villa Azzurra verrà chiusa nel 1979.

Al seguito della chiusura nasceranno alcune cooperative per l’aiuto a quei bambini a cui è stata strappata l’infanzia e che dovranno imparare tutto da capo, anche le cose basilari come mangiare, dato che per i pasti erano legati e imboccati dagli infermieri.

Una delle cooperative adibite allo scopo è Faller N 232399 Convento blubeuren Nuovo,, con la quale prende piede il progetto di integrazione degli ex bambini usciti da Villa Azzurra nelle famiglie e si cerca di diffondere il pensiero che non è assolutamente vera la teoria che i pazienti stanno meglio nelle strutture adibite piuttosto che nelle famiglie.

Alberto Gaino, giornalista e scrittore de HOBBYTRAIN 2971 LOCOMOTIVA BR 193 Vectron ELL Ruhrtalbahn NUOVO IN ,Hornby hn2233 Elektrolok 156 004-4 DB AG,, approfondisce i temi riguardanti gli ospedali psichiatrici dopo il varo della Legge Basaglia.

Lo scrittore cerca documentazioni riguardo i manicomi dei bambini, anche tramite testimonianze di essi, di infermieri, di medici e psichiatri.

Sfortunatamente la maggior parte degli ex bambini non sono stati trovati, come le cartelle cliniche, e in quelle poche sono state rinvenute solo annotazioni di poco conto per nulla utili.

Con il PIKO Traccia G _ e-Lok _ OBB Taurus _ FRATELLI weiss _ 37428,si apre una parentesi funesta e piena di sofferenza per i segregati in queste strutture, infatti Coda fece uso sui suoi pazienti dell’elettroshock per ben tre anni.

I bambini venivano legati e la giustificazione di questa pratica era che veniva messa in atto per il loro bene, per rieducarli e proteggerli da loro stessi.

Sui giovani pazienti venivano chiamati elettro-massaggi, ovviamente da svegli, e venivano utilizzati come punizione soprattutto per gli accaduti della notte, quando i pazienti legati erano impossibilitati a muoversi e banalmente ad andare in bagno, quindi inevitabilmente si sporcano.

Nel 1977 Enaudi pubblica Märklin h0 46082 carri merci-Set delle K. Bay. STS. B, epoca i, neu&ovp,, in cui viene denunciata la Magistratura e in particolare come reagiva e trattava le denunce rivolte ai manicomi.

Nessuno si occupava di quei bambini, erano soli.

 

Giulia Destefanis, giornalista e videomaker, ha realizzato un video in cui vengono raccolte testimonianze su quel tempo, perché il ricordo è l’unico modo per non commettere nuovamente gli stessi errori ed evitare che la società torni a chiudersi in ste stessa ed escludere.

Perché quei bambini di certo non sparivano nel nulla, la gente era al corrente di dove si trovavano e delle loro condizioni, ma preferivano, forse per paura o ottusità far finta di niente e ignorare il problema.

 

Ora che gli ospedali sono chiusi, però ci sono altre difficoltà.

Molte strutture sono ancora abbandonate e difficoltose nella gestione.

Alcune sono diventate stupendi campus universitari, altre sono adibite ad aventi culturali, per esempio tra il 10 e il 21 luglio 2018 si è tenuto l’annuale Flower Festival, avendo come sede l’ex manicomio di Collegno, nei pressi di Torino.

Il tema della ristrutturazione è molto controverso, in quanto si crede, da una parte, che essa possa aiutare e rendere gli spazi utili per la comunità, ma dall’altra si pensa che lasciando gli spazi come in origine si possa aiutare la gente a non dimenticare.

 

A che punto siamo?

Anche se la mentalità riguardo al tema trattato non è ancora del tutto superata.

Fortunatamente, in ogni caso, i medici degli ospedali e delle cliniche odierne, che non hanno nulla a che fare col passato, sono specializzati e gli infermieri hanno intrapreso un diverso percorso professionale, con ovviamente alla base gli studi adeguati.

Ma sfortunatamente, nonostante gli enormi progressi, sul territorio mancano diverse strutture di accoglienza per i pazienti.

 

A cura di Irene Colombo

Märklin Märklin Märklin 46030 Set carro di carbone-treno dei primi anni 50er sl13 b20e79

redazione bloglab

Märklin Märklin Märklin 46030 Set carro di carbone-treno dei primi anni 50er sl13 b20e79

  • Facebook
  • Twitter
  • Instagram
  • YouTube